Sveva Gerevini vince sempre lei!

È Sveva Gerevini (Cremona Atl. Arvedi) la protagonista assoluta del fine settimana di prove multiple a Mantova (organizza il Comitato Provinciale FIDAL Mantova). L’atleta cremonese chiude l’eptathlon a quota 5597 punti, primato personale migliorato di 160 lunghezze, 15esimo score azzurro di sempre e miglior risultato centrato da una multiplista italiana nelle ultime otto stagioni: Gerevini impreziosisce il fine settimana con quattro primati personali nell’alto (1.66) nei 200 (24.27/+0.1), nel lungo all’aperto (5.64/-0.4) e negli 800 (2:15.98). «Vengo da un buon inverno di allenamento – dice la ragazza di Casalbuttano ed Uniti, che compirà 23 anni il prossimo 31 maggio e che lavora come tecnico di radiologia tra Crema (Cremona) e Parma – in cui ho avuto solo qualche problema al gomito, tant’è che i risultati nei lanci qui a Mantova (11.82 nel peso e 39.50 nel giavellotto, ndr) mi hanno persino stupito. La svolta è arrivata a fine 2017, quando mi sono operata alla caviglia di stacco: l’intervento mi ha permesso di poter lavorare decisamente di più nell’alto, specialità su cui ho lavorato parecchio negli ultimi mesi assieme alle corse». Sveva non è un’eptatleta per vocazione: «Ho iniziato con le prove multiple ma da cadetta non mi piacevano, quando dovevo affrontare un pentathlon non mangiavo per tre giorni. Mi piaceva lanciare e ho lanciato fino al 2015, quando provai un eptathlon giusto per vedere se riuscivo a realizzare il minimo per i Campionati Italiani». Ora è la donna di punta del movimento italiano delle prove multiple femminili, che avrà come obiettivo clou l’Europeo per nazioni il 6-7 luglio a Ribeira Brava (Portogallo).

L’allieva di Pietro Frittoli, campionessa italiana Assoluta a Lana 2017 e Pescara 2018, non era in lizza nel Campionato Italiano Juniores e Promesse ma solo per il Campionato di Società e il Grand Prix Assoluto.

Autore dell'articolo: Segreteria