GEREVINI E DESTER CAMPIONI ITALIANI!

Casalbuttano ed Uniti capitale delle prove multiple. Il piccolo centro abitato cremonese (3900 anime) porta a casa  entrambi i titoli italiani Assoluti . A Padova Dario Dester conquista il primo trionfo nel decathlon della categoria maggiore mentre Sveva Gerevini diventa la prima atleta a centrare quattro titoli consecutivi nell’eptathlon, per una doppietta da ricordare da parte della Cremona Sportiva Atletica Arvedi e per il tecnico Pietro Frittoli.

Partiamo da Dester, che dopo aver collezionato 4104 punti nella prima giornata conquista subito un PB in apertura di sabato: 14.57 (-0.6) per limare un decimo al precedente limite e ottenere il miglior crono nella specialità tra i decatleti. Il 20enne cremonese si avvicina ai propri limiti nel disco (40.34) e poi recrimina nell’asta, gara in cui è beffato dal proprio attrezzo che finisce per abbattere l’asticella al terzo assalto a 4.50 quando la misura era cosa fatta. Archiviati i punti del 4.30 da astista Dester torna vicino al PB nel giavellotto 51.64 e poi con 4:43.29 sui 1500 completa l’opera: il primo tricolore Assoluto della carriera matura con 7652 punti, tre in meno del personale di Firenze ma ben 301 in più dello score del secondo, Michele Brini (Atl. Imola Sacmi AVIS). Il 4.50 nell’asta e il 56.85 nel giavellotto (in entrambi i casi miglior prestazione tra i decatleti) spediscono in alta quota Valentino Arrigoni (NA Astro): il tricolore Juniores 2015 duella con Jacopo Zanatta per il bronzo sui 1500, deve arrendersi ma è comunque quarto con 6829 punti (PB). Questi i suoi parziali: 11.44 (0.0)/100, 6.69 (+0.1)/lungo, 12.16/peso, 1.83/alto, 52.74/400, 15.53 (-0.6)/110 ostacoli, 38.89/disco, 4.50/asta, 56.85/giavellotto, 5:14.11/1500. In top ten pure il bergamasco Simone Ronzoni (Atl. Imola Sacmi AVIS), settimo con 6443 punti, e Alessio Comel (CUS Insubria Varese Como), nono con 6310.

Sveva Gerevini, dopo il vento contro a penalizzarla su 100 ostacoli e 200 e l’1.62 nell’alto, scende in pista con grande determinazione nonostante 124 punti da recuperare sul “passaggio” del proprio primato dopo la prima giornata. Sveva porterà a casa la miglior prestazione tra le eptatlete in addirittura sei delle sette gare (manca all’appello solo l’alto): nella seconda giornata si parte con il nuovo PB a 5.99 (+1.6) nel lungo per tornare oltre i 40 metri nel giavellotto (40.14) e chiudere in trionfo con 2:17.02 negli 800. Il pallottoliere parla di 5741 punti, secondo score di sempre e sesto titolo Assoluto tra outdoor (quattro) e indoor (due).

Autore dell'articolo: Segreteria